Scaricare pubblicazioni da issuu.com

Avete mai sentito parlare di Issuu? Si tratta di una piattaforma che consente di pubblicare qualsiasi cosa, compreso il nostro “Giornalino di classe”. Essa costituisce anche una fonte inesauribile da cui reperire materiale, grazie alla lettura dal browser di libri e riviste in forma completamente gratuita. Purtroppo però la lettura può avvenire esclusivamente on line e ciò non costituisce di certo un vantaggio! Questa caratteristica ha una motivazione di carattere tecnico facilmente risolvibile con l’aiuto di plug-in come ThemAll! (Firefox) o Download Master (Chrome) e di un’applicazione che vedremo in seguito.
Una volta selezionato il libro o la pubblicazione su issuu.com, basta aprirlo in lettura ed individuare l’indirizzo nella barra del browser, copiarlo, recarsi su http://pasty.link e incollarlo nel campo al centro: dopo alcuni secondi verranno mostrate tutte le anteprime delle pagine. Cliccate al centro di questa pagina e dal menù a tendina selezionate la voce DownThemAll. Create una cartella sul computer per raccogliere tutte le pagine e iniziate il download. Una volta fatto ciò le pagine dovranno essere riassemblate in un singolo file PDF: recatevi su http://www.p0l.it/image2pdf/, selezionate tramite il tasto Add images to convert… tutte le pagine appena scaricate e una volta terminato il caricamento cliccate su Start conversion in fondo alla pagina  per iniziare la conversione.
A questo punto non resta che rinominare il file PDF e leggere l’intero documento off-line.

64.686 views

Giornalino per “giornalisti di classe”

La possibilità di creare un Giornalino di classe è sempre stata legata alla disponibilità di uno o due insegnanti pronti a coordinare gruppi di alunni, “spesso selezionati”, da impiegare in orario extrascolastico. Forse sarebbe utile un coinvolgimento di tutti gli alunni in termini di contributi scritti, da realizzare prima e consegnare poi agli editori che si siano resi disponibili. L’approccio sarà quello della didattica “attiva” e il coinvolgimento potrà riguardare anche alunni con bisogni educativi speciali. Tra le web application più interessanti segnaliamo:

Lucidpress e Joomagapplicazioni (senza installazione in locale) che consentono di realizzare magazine, book fotografici, cataloghi e altro ancora. Le versioni gratuite dispongono di tutto ciò che serve, per pubblicare online, lavorando anche in maniera collaborativa. Lucidpress può salvare anche in Drive (Google Apps) e fornisce 100 MB a chi si registra.

Creatavist – ideale per esercitare lo storytelling con gli alunni, è usato per libri o reviste digitali multipiattaforma. È utilizzato anche dal celebre New York Times. Offre una versione di prova gratuita.

Issuu – è sicuramente la più conosciuta per la pubblicazione in digitale di libri, cataloghi, giornali e riviste partendo da un documento qualsiasi. Come sempre è necessario iscriversi (Sign Up) per creare, visualizzare e condividere in rete la nostra pubblicazione.

Registrandoci è possibile anche leggere riviste, libri e giornali di ogni tipo, ma di questo parleremo in un altro articolo come “reperimento di risorse funzionali alla didattica”.

Per lavorare off-line segnalo l’applicativo Scribus Open Source Desktop Publishing (disponibile per i diversi S.O.: clicca nel link sopra e seleziona dal menù “Get Scribus”; da Ubuntu basta portarsi su Ubuntu Software Center: va eseguito come root altrimenti non si attivano alcune funzionalità grafiche) come alternativa gratuita al più conosciuto Microsoft Publisher.

Questo è una guida molto valida relativa all’uso di Scribus (Si tratta di tre videotutorial di cui riporto solo il numero 1)

 1.005 views